Scopri e ordina i prodotti Technogym direttamente dal nostro sito;
ti informiamo che le spedizioni e le installazioni potrebbero subire ritardi vista la forte domanda che stiamo gestendo.
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.
OK

5 città del mondo da scoprire con la corsa

La corsa è l’attività aerobica più praticata e offre una lunga serie di benefici molto conosciuti: tra i più noti sicuramente il dispendio calorico, la produzione di serotonina, il cosiddetto “ormone del buonumore”, e il miglioramento delle difese immunitarie. Correre ha inoltre effetti positivi sul livello di stress e sullo stato mentale, per questo è un ottimo alleato anche contro il jet lag e aiuta a superare più velocemente quello scompenso temporaneo dovuto al cambiamento di fuso orario. Quale migliore attività consigliare quindi a chi ama viaggiare? La corsa in città.

La corsa in città ti connette con tutto quello che hai intorno.

Sarah Attar, la maratoneta olimpica che ha rappresentato l’Arabia Saudita alle Olimpiadi di Londra e di Rio de Janeiro, considera la corsa il modo perfetto per scoprire un luogo o una città nuova. In particolare, la corsa in città sembra essere una tendenza sempre più diffusa, e non solo per i benefici già noti dell’attività fisica.
Oltre a essere salutare e rinvigorente, la corsa in città permette di socializzare e di scoprire nuove sfumature del posto grazie ai runners locali e ai loro consigli. Esistono dei veri e propri tour organizzati, per runners professisti e non, per famiglie, gruppi di amici, viaggiatori in solitaria, che possono essere personalizzati a seconda delle necessità e delle esigenze dei clienti. City running tours, ad esempio, fondata nel 2005 a New York City da Michael Gazaleh, è un’attività che copre tutto il mondo e permette di esplorare le varie destinazioni turistiche in questo modo insolito ma estremamente divertente della corsa in città.

Corsa in città: alla scoperta delle città migliori per i runners

Anche per Becky Wade, maratoneta professionista, non esiste modo migliore della corsa in città per scoprire un luogo sconosciuto.

Prima in classifica la corsa in città a New York

In testa alle cinque mete che dovrebbero essere esplorate concedendosi una tonificante corsa in città, c’è ovviamente la caotica e variegata New York City: in autunno e in primavera correre in Central Park è una scoperta costante di colori, profumi, angoli nascosti, ponti comparsi in qualche film romantico, scoiattoli affamati e molto altro.
Seguire il fiume Hudson oppure addentrarsi nelle vie trasversali interne: in Central Park ci sono strade pavimentate e corsie sicure per runner, pedoni e ciclisti. Il giro completo del parco è di quasi 8 km ma ci sono tour di 5 km che seguono le attrazioni presenti all'interno e permettono ai turisti di allenarsi senza affaticarsi troppo. Il momento migliore per correre in città scegliendo Central Park è sicuramente la mattina presto, perché si evitano le frotte di turisti che lo affollano durante il giorno.

Budapest: un itinerario per tutti i tipi di runner

Un’altra meta da esplorare con la corsa in città è Budapest, che offre ai corridori meno esperti la meravigliosa Isola Margherita e ai più resistenti trailrunner il sentiero sulla montagna Budai, che permette di raggiungere il Belvedere Erzsébet. Non solo, il Parco della Città (Városliget in ungherese) è ideale per un allenamento che non rinunci ai luoghi d’interesse per i turisti: seguendo le vie esterne del parco (per un totale di 3,6 km) si possono raggiungere la Piazza degli Eroi, lo Zoo e le famosissime Terme Széchenyi, dove riprendere fiato e rilassarsi dopo la corsa.
Per un allenamento più impegnativo è possibile addentrarsi sulla collina Gellért, situata proprio nel cuore di Buda; partendo da valle c’è un dislivello di 130 metri ma il sentiero, inframmezzato da scalinate e giardini, conduce a uno dei panorami più belli sul Danubio, da cui godere della vista della città e dei suoi meravigliosi palazzi.

Berlino: la capitale europea del running

Anche Berlino, che può vantare il titolo di città europea del running, merita una corsa “turistica” alla scoperta delle sue attrazioni. La sua particolare concezione architettonica sembra disegnata per podisti e runner; essendo pianeggiante e vantando strade e viali ampi e verdeggianti, abbonda di tour che permettono ai turisti di correre in città. Oltre ovviamente al celebre percorso di 42 km, è possibile esplorare la capitale tedesca seguendo diversi itinerari: quello di Tiergarten si snoda tra i monumenti della città, dalla Colonna della Vittoria fino alla Porta di Brandeburgo.
Si può anche raggiungere Shonhausen, il castello più grande della città, e addentrarsi nel parco che lo circonda: seguendo il perimetro dell’area verde si percorrono 4 km. Per gli amanti della natura, correre nella foresta di Grunewald è un’esperienza impagabile; con i suoi 3.000 ettari, offre l’imbarazzo della scelta sia per i runner alle prime armi che per i più esperti. Per orientarsi, ed evitare di perdersi, è meglio seguire gli sterrati che circondano i laghi presenti all’interno della foresta: quello intorno al Grunwaldee See è di 2,5 km mentre i sentieri dei laghi Krumme e Schlachtensee raggiungono rispettivamente 4 e 8 km.

Correre a Tokyo

La capitale del Giappone è un’altra meta ideale per gli appassionati della corsa: Tokyo è una delle città più grandi del mondo ma, pur essendo molto caotica, offre incantevoli luoghi dove godersi la pace e il silenzio dopo un allenamento alla scoperta delle sue meraviglie.
Pur essendo necessari più itinerari per visitare i principali monumenti della città, ce ne sono due interessanti sia per luoghi d’interesse che per natura: il primo parte da una delle porte di accesso del Santuario Meiji e si snoda nello Yoyogi Park, il cui perimetro interno si ferma a 1,8 km mentre quello esterno arriva a 3 km; il secondo si snoda all’interno del Parco Imperiale, in cui il percorso da Running Tourist in primavera è uno dei più belli del mondo, grazie alla fioritura dei ciliegi e al loro indescrivibile colore.

Per la corsa in città non può mancare Londra

Se si parla di correre in città, non può mancare Londra, con i suoi 3.000 parchi e i suoi 3,8 milioni di giardini. Da Hyde Park a Regent’s Park, passando per Camden Town, la collina di Hampstead, Notting Hill e Green Park. La corsa in città è sicuramente uno degli sport preferiti sia dai londinesi sia dai turisti che vogliono esplorare la città immergendosi nel verde.

/related post

I miei primi 30 giorni con Technogym Bike

I primi 30 giorni di Technogym Bike hanno aiutato una donna a riscoprire il piacere di allenarsi e d...