Scopri e ordina i prodotti Technogym direttamente dal nostro sito;
ti informiamo che le spedizioni e le installazioni potrebbero subire ritardi vista la forte domanda che stiamo gestendo.
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.
OK

Trekking e hiking: migliora la tua esperienza d’escursionismo con allenamento e tecnologia

Trekking e hiking, due grandi passioni per immergersi completamente nella natura, lungo il sentiero di un bosco, per scaricare le tensioni accumulate nel corso della settimana.
Con l’avvicinarsi della stagione più calda i weekend di trekking per camminare all’aria aperta (ma anche viaggi e itinerari a piedi o tour naturalistici da regalarsi dopo un intenso anno di lavoro) sono sempre più ambiti, con appassionati di tutte le età che vogliono vivere a stretto contatto con la natura lasciandosi cullare dal cinguettio degli uccelli, con il cielo a fare da cornice privilegiata. Lontano dallo smog, dai rumori e dal caos della città.

Qual è la differenza tra trekking e hiking?

La passione per le passeggiate e le camminate in montagna – vere e proprie pratiche outdoor che strizzano l’occhio agli sport all’aria aperta (in ogni caso, infatti, c’è bisogno di allenamento e preparazione mirati) – non significa dover rinunciare al supporto delle tecnologie per le escursioni, a prescindere dalla difficoltà della passeggiata. Ed è proprio sulla difficoltà che si basa la distinzione principale tra trekking ed hiking.

Il trekking (da “to trek”, compiere un lungo viaggio) è infatti una vera e propria escursione che necessita di varie giornate, equipaggiamento di sopravvivenza e di primo soccorso ed una notevole preparazione atletica. Al contrario, l’hiking (da “to hike”, camminare),è una pratica che prevede di camminare nella natura per diverse ore, ma percorrendo sentieri escursionistici battuti, di facile percorribilità e attraversabili nell'arco della giornata.

Fermo restando che entrambe le attività prevedono dei sottogeneri, a seconda della tipologia del percorso escursionistico scelto, per effettuare escursioni in sicurezza (che ci si trovi in un bosco oppure sulla vetta di un monte) occorre prendere una serie di accortezze. Ovunque conducano la voglia di outdoor e il desiderio di avventura, infatti, la tranquillità della partenza, dell’arrivo e del ritorno è un aspetto basilare. Così, oltre all'entusiasmo associato ai bellissimi paesaggi e alle avventure all'area aperta, per un’escursione in tutta sicurezza due aspetti sono fondamentali: una solida preparazione fisica e dispositivi e gadget hi-tech per la montagna.

L’allenamento per il trekking

A costo di dire un’ovvietà, la base per un buon allenamento di trekking ed hiking è camminare. Se camminare all'aria aperta più spesso indubbiamente aiuta, per raggiungere veramente la forma ideale per l’escursionismo occorre imparare a camminare bene.

Per camminare bene, specie sui terreni accidentati dei sentieri, è necessario avere una buona forza fisica, resistenza, mobilità e propriocezione. E per ottenere un allenamento per il trekking del genere, l’allenamento indoor è la migliore soluzione, specie nei mesi autunnali ed invernali, in cui il tempo ed il clima non permettono l’allenamento “su strada”.

La tecnologia BIOFEEDBACK di SKILLRUN permette di imparare quali sono le variabili della corsa e della camminata da controllare e migliorare, tramite un feedback in tempo reale di variabili come cadenza e tempo di contatto a terra. Questa feature è estremamente utile per l’allenamento del trekking se associato a delle inclinazioni che replicano i percorsi di montagna.
Inoltre, con i percorsi contenuti in Unity, è possibile avviare dei percorsi outdoor interattivi, dandoti l’impressione di correre e camminare in alcune delle location outdoor più esclusive al mondo. Questa feature è anche presente su Run Personal, il tapis roulant progettato da Antonio Citterio e assemblato a mano con materiali d’altissima qualità per il miglior allenamento per le tue escursioni.

Eppure, il trekking e l’hiking non si basano esclusivamente sull'allenamento su tapis roulant. Infatti, in queste due pratiche outdoor i dislivelli, i cambi di terreno e la presenza di ostacoli sono nella norma. Per allenarsi ai cambi di inclinazione del piano, esercizi come affondi o squat sono fondamentali.

Per allenare gli affondi e gli squat con un livello di resistenza incrementale, Technogym propone la linea Kinesis. Kinesis permette di eseguire più di 200 diversi esercizi con 20 livelli di resistenza. Caratteristica di gran parte degli esercizi eseguibili su kinesis è quella di coinvolgere i muscoli stabilizzatori del tronco (o core muscles) fondamentali nell’allenamento funzionale.

Trekking e tecnologia

Smartwatch con GPS. Suona quasi come una parola d’ordine. Tra i gadget tecnologici per la montagna è immancabile, ben stretto al polso, lo smartwatch per il trekking – ma non fa eccezione l’hiking – in grado di fornire una serie di dati: dalla posizione all’altitudine alla pressione atmosferica.
Oltre al rilevamento GPS, gli smartwatch da outdoor (dotati di display leggibile sotto la piena luce del sole o in zone d’ombra) sono provvisti di altimetro, bussola e barometro. Senza dimenticare la funzione di navigazione e autorouting, che permettono la programmazione dei sentieri e percorsi da seguire.

Ma la tecnologia offre ancora di più

Dal dispositivo che “trasforma” lo smartphone in una ricetrasmittente in grado di funzionare sulle frequenze FM, inviando messaggi nell'arco di centina di metri (per segnalare la propria posizione) alla cover con adattatore universale – più SIM card satellitare, antenna estraibile, batteria e connettori – che declina lo smartphone in telefono satellitare. Così nei casi di emergenza può essere usato per chiedere aiuto (è dotato di un tasto SOS che invia in automatico, a un numero preimpostato, SMS, mail o chiamata con le coordinate. Prima, però, bisogna aver installato l’app specifica.

App per il trekking

Preparare un’escursione in montagna o un’esperienza outdoor pensando di lasciare a casa lo smartphone? Meglio di no. Avere a disposizione sul proprio device una o più app per il trekking e l’escursionismo dotate di navigatore GPS outdoor, infatti, può rivelarsi di grande aiuto. Soprattutto in eventuali momenti critici.

Applicazioni dedicate all’attività fisica anche per outdoor come mywellness app, per utenti iOS e Android come quella, che consentono di tracciare un percorso su mappa online ottenendo, di rimando, una serie di statistiche: dalla distanza alla durata, dalla velocità al tempo trascorso in movimento. C’è anche l’opportunità di salvare i percorsi effettuati durante le uscite per poi condividerli sui social, magari all'interno di community di appassionati escursionisti.

La tecnologia per le escursioni passa attraverso app gratuite (spesso con alcune funzionalità a pagamento) che consentono al trekker e all’hiker di scegliere tra numerose mappe di itinerari da percorrere, in Italia e all'estero, consultabili online e scaricabili per l’uso offline. Ed emergono, in tutta la loro utilità, applicazioni con funzioni per localizzare la propria posizione (anche attraverso una foto), tracciare gli spostamenti e – soprattutto – inviare segnalazioni di allarme e coordinate geografiche alle stazioni di soccorso. Per garantire la massima sicurezza.

Le nuove tecnologie? Si vedono (anche) col binocolo

La tecnologia per le escursioni abbraccia, tra le sue proposte innovative, il binocolo hi-tech. Uno strumento che, oltre a permettere di ammirare il paesaggio godendo di dettagli unici, consente di scattare fotografie in alta risoluzione. Ancora, il binocolo digitale dà l’opportunità di registrare audio e video in Full HD 3D.
Un inseparabile compagno di avventure, così come lo zaino da trekking e hiking caratterizzato da un power bank che viene alimentato, a sua volta, da un pannello solare. Con porte USB integrate per tenere in carica gli accessori tecnologici.

Non ci sono più scuse, si parte

/related post

Fase due, il ritorno alla routine sportiva tra allenamento e alimentazione

Il lockdown ha fatto riflettere gli sportivi su quanto sia importante il wellness e il suo mantenime...