Scopri e ordina i prodotti Technogym direttamente dal nostro sito;
ti informiamo che le spedizioni e le installazioni potrebbero subire ritardi vista la forte domanda che stiamo gestendo.
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.
OK

L’inarrestabile ascesa del turismo del benessere

Spa, piscine, centri termali... le statistiche degli ultimi anni registrano un trend chiaro: il turismo wellness è in drastica crescita. Sempre più persone sembrano preoccuparsi del proprio benessere da ogni punto di vista. Ma cosa c’è all’origine di questa tendenza? Si tratta davvero solo di una moda?
Tutti quei luoghi nati con il fine specifico di prendersi cura delle persone sia da un punto di vista di salute e benessere, sia da un punto di vista estetico, stanno vivendo un momento di straordinaria fortuna. Sono servizi che attraggono sempre più persone, e all’orizzonte non si intravedono battute d’arresto. Contrariamente a quanto si sarebbe portati a pensare, ad apprezzare maggiormente i luoghi votati al benessere sono i più giovani, le persone tra i 18 e i 40 anni che, di cui una percentuale tra il 40% e il 50% dichiara che vorrebbe spendere in media una settimana all’anno per la cura del proprio corpo in centri specializzati.

E i dati di questa ricerca, relativa ai paesi europei, si riferiscono a vacanze che comprendono un viaggio, un pernottamento e un pacchetto di servizi completi: è facile immaginare che se si aggiungessero tutte quelle attività facilmente accessibili nelle città queste cifre aumenterebbero significativamente.

Il boom dei centri benessere

A cosa è dovuta questa crescita tanto importante? Secondo diversi esperti il motivo è da ricercare prima di tutto nello stile di vita sempre più frenetico che caratterizza la vita nelle città e nella maggiore attenzione oggi riservata a tutti i temi riguardanti la salute e l’immagine personale.

L’affermarsi dei social network più “fotografici” ha portato le persone a porre maggiore attenzione al proprio aspetto. Città sempre più inquinate e una maggiore consapevolezza dei rischi del trascurare la salute hanno fatto il resto.

I centri benessere, dal canto loro, hanno investito molto in ricerca e tecnologia, diventando sempre più efficaci, mirati e disponibili a tutte le fasce di reddito. Gli imprenditori di questo settore sono riusciti anche a trasformare la “cura” in una vera e propria esperienza capace di coinvolgere tutti i sensi: dalle viste mozzafiato alle luci colorate, i design aggressivi e i profumi selezionati, gli odori, i sapori dei cibi abbinati fino all’esperienza tattile di un massaggio.

Insomma, quello della cura di se stessi ormai è un settore diversificato e all’avanguardia, ma al contempo alla portata di tutti.

Oltre la moda

Quando si intraprende una vacanza benessere si impara a lasciare che il corpo guidi la mente, come quando si lascia che il contatto con le mani esperte di un massaggiatore trasmetta al cervello sensazioni di pace e rilassamento profondo. Il caldo, il freddo, i profumi, le essenze, il contatto umano riescono a stimolare qualcosa interiormente, riconciliando il diretto interessato con se stesso. Insomma, una vacanza benessere potrebbe essere descritta come una full immersion meditativa, in cui riscoprire se stessi e sfruttare così un momento di riposo e relax per apprendere anche un corretto stile di vita e nuovi ritmi più sani. La vacanza benessere è quindi da considerarsi oggi un’esigenza che appartiene ad una società sempre più stressata e “inquinata”, un bisogno, più che una moda, che sia utile a recuperare energie e ritrovare un contatto con il proprio corpo, per amarsi e per imparare soprattutto il valore del tempo dedicato a se stessi.

I benefici scientificamente testati del turismo wellness

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha definito la salute come uno stato di benessere fisico, psichico e sociale e non solo di assenza di malattia. Questa definizione è servita per spiegare che non basta non avere malattie per potersi considerare una persona in salute, serve qualcosa di più. Questo ha aperto la strada a una serie di idee e di teorie che oggi sono più che mai considerate e diffuse.
L’Università di Miami, per esempio, ha istituito un centro interamente dedicato alla ricerca sugli effetti del massaggio, ovvero il Touch Research Institute. Questo, a seguito di diversi studi e ricerche, è giunto alla conclusione che l’epidermide, ricca di terminazioni sensibili in stretto contatto col sistema nervoso centrale, se stimolata con il massaggio può produrre betaendorfine e altri oppioidi endogeni che combattono lo stress e conducono al rilassamento. Ecco perché durante un massaggio eseguito a regola d’arte il battito cardiaco rallenta e aumenta la produzione di onde cerebrali delta, le principali responsabili degli stati di profondo rilassamento. L’abbattimento delle soglie di stress aumenta l’efficacia del sistema immunitario.
Per questo motivo, un numero sempre maggiore di trattamenti che una volta erano considerati di poco conto o solo dei passatempi rilassanti, oggigiorno sono considerati al pari di vere e proprie cure mediche non invasive.

/related post

Una giornata con il team di Luna Rossa

Come trascorrono le giornate i velisti di Luna Rossa? Ne abbiamo parlato con il team che è in prepa...