Scopri e ordina i prodotti Technogym direttamente dal nostro sito;
ti informiamo che le spedizioni e le installazioni potrebbero subire ritardi vista la forte domanda che stiamo gestendo.
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.
OK

Barretta energetica homemade

Protagonista indiscusso della tavola da giugno a settembre, il fico gode di un storia millenaria, che addirittura lo collocherebbe in qualità di frutto proibito al posto della mela nel giardino di Adamo ed Eva. Già, perché se non si fosse trattato di un albero di fico, per quale motivo i due protagonisti biblici ne avrebbero usato le bellissime foglie per coprirsi le nudità dopo il peccato originale?

Le prime testimonianze della sua coltivazione si ebbero in Mesopotamia, luogo da cui si è poi avviata la diffusione in tutto il bacino Mediterraneo. La leggenda racconta che Rea Silvia abbandonò i suoi gemelli Romolo e Remo in una cesta sul fiume Tevere; la cesta si arenò miracolosamente sotto un fico che cresceva sulle sue rive e da allora la pianta divenne sacra per i Romani. I Greci ne erano ghiotti non solo per via del suo sapore paradisiaco, ma anche per le sue doti rinvigorenti sia per il corpo che per lo spirito. Secondo Platone, cibarsi di fichi addirittura accresceva l’intelligenza. Noi ci fidiamo della storia e usiamo il fico, nella sua variante disidratata, per realizzare una barretta fatta in casa da consumare ogni volta che l’organismo richieda il pieno di energia.

Una barretta energetica con ingredienti sani

Considerato che molte barrette confezionate presenti in commercio sono piene di zucchero e aromi artificiali, lʼidea di produrle in casa con ingredienti genuini non solo premia il portafoglio, ma anche la salute. Al posto del comune saccarosio possiamo usare il malto dʼorzo e sfruttare al massimo le naturali proprietà del fico. Chi si lascia conquistare dal mood "autoproduzione" può persino acquistare i fichi freschi ed essiccarli in forno a 50 gradi finché non risultano privi di acqua. In questo modo posso essere conservati a lungo e usati in base alla necessità. Per chi invece vuole ottenere una barretta in pochi minuti, è possibile acquistare i fichi secchi già pronti, purché senza zuccheri aggiunti.
A proposito di malto, vale la pena ricordare i suoi vantaggi rispetto allo zucchero: favorisce il buon funzionamento dell’intestino, grazie all'amido, che durante i processi digestivi va a contrastare la fermentazione, ha proprietà depurative per il fegato ed aiuta ad eliminare le scorie in eccesso, infine rappresenta una fonte energetica ad elevata biodisponibilità e rendimento che lo rende ideale per soddisfare gli aumentati fabbisogni durante l'allenamento lungo o le competizioni.

Le proprietà dei fichi

Anche i fichi, oltre ad essere un’ottima fonte energetica pronta all'utilizzo, possiedono innumerevoli altre proprietà: ricchi di polifenoli, antiossidanti naturali, contribuiscono a mantenere giovani le cellule del nostro corpo e aiutano a prevenire diversi tipi di tumori tra cui seno, colon e prostata. Hanno un potere antinfiammatorio, sostengono le difese immunitarie e grazie all'alto contenuto probiotici e fibre, sono perfetti per la salute dell’intestino e del sistema digestivo in generale. Sono inoltre bombe di potassio, magnesio, ferro e rame e sono una buona fonte di vitamine A, E, K. Una volta ammollati in acqua per alcuni istanti, vanno semplicemente frullati insieme a fiocchi d’avena e tahina, che oltre a sostenere l’impasto, dona al composto un delizioso sapore tostato che bilancia la dolcezza del frutto. Per chi non la avesse mai usata, la tahina è una pasta ottenuta dai semi di sesamo molto diffusa nella cucina mediorientale.

Il sesamo spicca per la sua elevata quantità di metionina e triptofano - due amminoacidi - vitamine B1 (Tiamina), B2 (Riboflavina), PP (Niacina), Piridossina (B6) e folati. Tra le liposolubili, invece, la più importante è - seppur in dosi modeste - la vitamina E, che assieme al sesamo lo preserva l'olio dal comunque facile irrancidimento; questa vitamina conferisce ai semi e all'olio di sesamo preziose proprietà antiossidanti. Anche per la tahina, vale la regola della qualità: spesso si trovano prodotti addizionati con olii vegetali vari: il nostro consiglio è di scegliere prodotti 100% puri, ovvero fatti con solo semi di sesamo.

Grassi, zuccheri, fibre e proteine: la nostra barretta sembra contenere tutto ciò di cui abbiamo bisogno prima dei workout più faticosi o delle giornate più difficili. Possiamo aggiungere dei semi interi, per avere croccantezza a ogni morso. Non resta che infornarlo per qualche minuto e poi tagliarlo a pezzetti una volta intiepidito. In piccole porzioni, rappresenta anche un ottimo spezza fame da portare in ufficio capace di convincere anche gli irriducibili amanti del junk food da macchinette.

Ingredienti per 4 persone
220 gr fiocchi d’avena
200 gr fichi secchi
50 gr tahina
50 g mandorle
20 gr semi di lino
20 gr semi di zucca
60 gr malto d’orzo

/related post

7 modi in cui la luce influisce positivamente su salute e forma fisica

Dal corpo alla mente, ecco come utilizzare l'illuminazione per migliorare il proprio benessere.