Scopri e ordina i prodotti Technogym direttamente dal nostro sito;
ti informiamo che le spedizioni e le installazioni potrebbero subire ritardi vista la forte domanda che stiamo gestendo.
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.
OK

Home cycling: allenarsi nel comfort di casa

Trovare spazio nell'ambiente casalingo è un privilegio; l’allenamento in casa favorisce più di tutto la concentrazione e il colloquio privato con se stessi. Il silenzio e la stasi che circondano l’atleta e gli appassionati di benessere consentono una maggiore attenzione all'esecuzione, una ricerca spasmodica alla pulizia dei movimenti, una maggior calma ed efficacia del moto su tutti gli elementi muscolari.

Molto più di un oggetto, molto più che un’icona di design. Quando un atleta si avvicina alla sua bicicletta è in gioco. L’intimità che si crea con lo strumento di tanta fatica significa qualcosa di speciale. Non si tratta solo di home cycling ma di un vero e proprio legame generatore di ritmo.

L'ascesa dell' home cycling

Non è un caso che l' home cycling sia un fenomeno in larga ascesa, la sua diffusione rapida e capillare ha diverse motivazioni mentre il suo utilizzo comporta una serie di vantaggi rilevanti. Che tu sia un perfomer, un atleta, un businessman appena atterrato da Honk Hong, o da Manhattan, o di ritorno dal cuore della giungla metropolitana: ovunque tu sia, l’allenamento indoor è il tuo momento con te stesso. Durante i viaggi di lavoro ci si sente spesso logorati dal jet lag e dalla tensione che precedono un meeting importante: allora pedalare in totale solitudine garantisce allenamenti ad alte prestazioni da una parte ma allo stesso tempo un incontro con se stessi, con i propri limiti e la voglia di superarli attivando così un notevole sollievo, fisico e mentale.
Quando non ci si trova in trasferta, avere una bike in casa significa risparmiare tempo, innanzitutto. Nessuno spostamento, nessun pericolo generato dal traffico o dalla pioggia. Il tragitto da casa alla palestra viene annullato dalla comodità. Nessuna ressa sulle strade e nessuno spreco di carburante se ci si sposta in auto per recarsi in palestra sono sinonimo di una migliore gestione del tempo libero: gli strumenti necessari si trovano a pochi passi dalla letto. Home cycling vuol dire niente tessere e abbonamenti, nessun corso. Solo tu e il tuo ritmo immersi nella totale concentrazione sulla prestazione. Le soste davanti allo specchio, chiedendoti cosa penseranno gli altri della tua fatica sono pura immaginazione: non ne hai bisogno.

La colonna sonora è quella che preferisci: il totale silenzio o la playlist che parte piano piano e si intensifica insieme alla tua performance per poter iniziare l’allenamento con la soundtrack personalizzata è tutta un’altra storia.

Tra la lista dei brani preferiti, il BPM viene scelto in base all’attività che stai per iniziare. É piuttosto risaputo che fare cardio con un bpm alto sia controproducente, tuttavia sono rare le palestre che si arrogano il diritto impopolare di considerare la musica lirica o quella ambient amplificabile. Sebbene melodie con le loro caratteristiche permettano un migliore raccoglimento, una migliore calma e risultino le più utilizzate per l' home cycling.

L'allenamento nel comfort di casa

L’attività fisica ha il compito di far stare bene e sciogliere le tensioni quotidiane ma è difficile dimenticare lo stress trovando la fila davanti al macchinario di cui hai bisogno o incontrando lo sguardo, magari ammiccante, di un estraneo che solleva 100kg. A chi non è mai capitato di interrompersi per salutare un conoscente, evitando di risultare antipatico? Chi non ha mai trovato sulla panca d’esercizio le tracce del sudore del suo utilizzatore precedente?

Dimentica tutto questo. La tua casa è un tempio, dove non interrompere ne l’esercizio ne tanto meno il rasserenarsi dei pensieri. L’eleganza degli strumenti per fare esercizio, il loro design da apprezzare nella quiete del proprio sforzo. Dove poter respirare, permettendosi un distacco da tutto il resto.

Trovare spazio nel comfort di casa è una comodità preziosa. L’allenamento a casa favorisce più di tutto la concentrazione. Il silenzio e la stasi che circondano l’atleta consentono una maggiore attenzione nell’esecuzione degli esercizi. Una maggior calma che sovente risulta in una migliore efficacia del moto sugli elementi muscolari.

Certo, la palestra può controbilanciare un grado di determinazione poco adeguata. Fare workout in casa non fa per tutti. Significa rivolgere il proprio sguardo su se stessi, scoprire una volontà più profonda e meno ostentata. Come scriveva Lao Tzu: Chi conosce gli altri è sapiente; chi conosce sé stesso è illuminato.

Allenamento in casa e tecnologia

Le nuove tecnologie consentono di importare percorsi reali sulla bici di casa, questi vengono poi rielaborati da sistemi computerizzati in cambi d’intensità e resistenze della bike. Simulare itinerari con l' home cycling è un ottima maniera di prepararsi alla competizione ufficiale, conoscendo il ritmo del tracciato fatto di pendenze e rettilinei. Si possono stabilire record personali e, collegando dei dispositivi di tracking, competere con i tuoi amici in qualunque parte del mondo essi si trovino.
Sia che ti stia allenando per una distanza target sia che ti stia preparando ad affrontare un delta di altitudine particolare, puoi monitorare la correttezza della pedalata grazie a nuovi sistemi di feedback istantaneo ideati per migliorare la tua efficienza. Ad ogni giro del pedale, la simmetria della coppia tra la gamba destra e quella sinistra viene analizzata e riportata in tempo reale. I nuovi guerrieri combattono così: l’ausilio della scienza e la quiete dello spirito permettono un grado di determinazione profondo, rendendo possibile un’atmosfera cristallizzata e quasi magica. Un luogo in cui il tempo non esiste e non esiste nient’altro se non il battito del proprio cuore e la forza di spingersi oltre.

/related post

Oliver: i miei primi 30 giorni con Technogym Bike

La storia dell'architetto inglese che ha deciso di provare Technogym Bike per allenarsi a casa quand...