Scopri e ordina i prodotti Technogym direttamente dal nostro sito;
ti informiamo che le spedizioni e le installazioni potrebbero subire ritardi vista la forte domanda che stiamo gestendo.
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.
OK

Winter Wellness: la settimana bianca oltre lo sci

I mesi invernali sono i mesi ideali per il turismo d’alta quota, e i dati degli operatori di settore testimoniano quanto la settimana bianca sia una tradizione che, per italiani ed europei, non passa mai di moda. Pattinaggio, ciaspolata, nordic walking, snowboard, sci di fondo e sci alpino sono le attività preferite dai vacanzieri invernali.

Ma le ferie sulla neve non si riducono allo sport e, negli ultimi anni, sta prendendo piede una nuova tipologia di turismo che tende a preferire quei comprensori sciistici in grado di offrire un’esperienza di vacanza più completa e trasversale. Per questo intere aree geografiche sono state riconvertite a spazi multifunzionali, dove è possibile dedicarsi a svariati hobby, o abbandonarsi a un dolce far niente per riscoprire i piaceri essenziali della vita.

Qualche esempio? A Tignes, in Francia, gli appassionati di roccia scalano le pareti di un ghiacciaio, i fanatici dei motori cavalcano il gatto delle nevi o corrono sulle piste a bordo di un kart, e quelli che non riescono proprio a non pensare al mare, possono divertirsi con il kiteski o cimentarsi nell’ice diving sotto la superficie di un lago ghiacciato. Nel ridente borgo austriaco di Zell Am See, ai piedi del lago Zeller in Austria, ogni sera le piste si trasformano nel palcoscenico di straordinari eventi gratuiti di sci acrobatico, con atleti da ogni parte del mondo che si esibiscono tra luci, laser e musica.

A Les Deux Alpes, nella Val d’Isère in Francia, si organizzano escursioni su slitte trainate da un branco di husky, gite enogastronomiche nei paesi limitrofi di Venosc e Mont De Lans, e visite guidate alla Grotta di Ghiaccio, una bizzarra galleria d’arte che accoglie fra giochi di luce e riflessi, appunto, di ghiaccio, bellissime sculture scolpite da artisti di tutto il mondo.

Non solo sci durante la settimana bianca, anche relax e Wellness

Gli appassionati del freddo preferiscono evidentemente una settimana bianca multidisciplinare, dove l’attività fisica a bassa temperatura e ad alto consumo calorico sia controbilanciata da un’ampia rosa di passatempi che non contemplino necessariamente l’agonismo sportivo. Se l’intrattenimento è indispensabile, il benessere della persona non è un optional. I servizi wellness, inquadrati nella cornice di una breve vacanza invernale, sono ormai un must have, e nessun comprensorio sciistico che si rispetti può prescindere dall’offrire alla sua utenza un tale diversivo.
Quello che accomuna e contraddistingue l’offerta turistica invernale, nonché la caratteristica che fa la differenza nella scelta della struttura alberghiera perfetta per il proprio soggiorno, è infatti la presenza di spa, aree benessere e centri massaggi. Piscine idromassaggio, sauna, bagno turco, stufe del secolo scorso ristrutturate e riconvertite ad aree relax, dove sorseggiare tisane biologiche e rilassare le stanche membra. Massaggi defaticanti e decontratturanti a base di arnica ed essenze alpine, al rientro dalle piste. Solarium e aree fitness per il benessere del corpo, e lezioni di yoga sulla neve per tonificare lo spirito.

Il vero lusso durante la settimana bianca è potersi concedere una snow experience integrata immersi in un paesaggio di rara bellezza.

L’Excesior Planet di Cervinia, un lussuoso 4 stelle che riporta in auge i fasti della corte imperiale asburgica, ha recentemente inaugurato uno spazio esclusivo dedicato a terapie e trattamenti benessere, che occupa un intero piano della struttura. L’hotel, già noto per essere una delle mete enogastronomiche più ambite della località sciistica, per la sua raffinata eleganza e la costante ricerca e sperimentazione nell’offerta culinaria, probabilmente non aveva bisogno di un ulteriore fiore all’occhiello. Eppure riempirsi la pancia con gusto non basta, in vacanza ci si deve soprattutto rilassare.
Il Centro Benessere Zoe dell’Hotel Des Alpes in Val di Fassa, vanta una superficie di oltre 300 mq che ospita ambienti costruiti in materiali naturali come antico legno di baita o d’abete, roccia e marmo. Nella sauna finlandese l’alternanza di cicli caldi e freddi stimola la circolazione sanguigna e la vascolarizzazione, e rafforza le naturali difese immunitarie dell’organismo.

Nella biosauna aromatizzata alle erbe di montagna, le qualità benefiche della sauna incontrano quelle del bagno di vapore. Le stesse essenze alpine riempiono l’atmosfera della sala per il bagno alle erbe, dal clima secco, e quella per il bagno turco, dal clima più umido, ottimo per liberare le vie respiratorie e favorire la traspirazione della pelle attraverso la dilatazione dei pori.

Relax alle terme con un panorama mozzafiato

Anche se la colonnina di mercurio scende sotto lo zero, come rinunciare al piacere di un bagno in vasca? Il benessere autentico sta nell’armonia con l’ambiente circostante. Lo stabilimento QC Terme di Pozza di Fassa, sulle Dolomiti, è un centro di eccellenza per la balneoterapia termale. Le acque sgorgano direttamente dal cuore della montagna, dalla sorgente naturale Alloch, e sono note da secoli per i loro poteri terapeutici.

Nei resort wellness QC di Bagni di Bormio, perla della valle d’Aosta, e di Prè Saint Dider, nel cuore del Monte Bianco, si può godere di una varietà straordinaria di pratiche termali e immergersi nelle vasche all’aperto nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, o al cospetto delle regali cime innevate alpine, per dodici mesi l’anno. Vasche panoramiche, vasche sensoriali, cascate naturali, percorsi Kneipp, docce Vichy.

Ad ogni location la sua qualità di acque, solforiche, calciche e magnesiache, per un’offerta integrata che non trascura le esigenze del palato. Wellness bistrot, degustazioni benessere, incontri con maitre chocolatier all’ora della merenda ed appuntamenti con le eccellenze vinicole sul calar della sera. La degustazione di menù a base di prodotti tipici e preparazioni locali è la ciliegina sulla torta di una holiday experience esclusiva all’insegna del nuovo concetto di lusso.

Come in Trentino, dove fa tendenza la ciaspolata gourmet, la camminata sui racchettoni seguita dal pranzo in malga, dove gustare piatti tradizionali come i canederli, gli strangolaprete o lo spezzatino con polenta, e bere ottimi vini di produzione locale. Diversi rifugi d’alta quota hanno stipulato convenzioni con gli impianti sciistici per permettere al cliente di acquistare insieme allo ski pass, una pausa ristoro a base di cibi locali e prodotti rappresentativi della tradizione culinaria del luogo. Perchè se il Paradiso esiste probabilmente è proprio lì, tra le Alpi e il cielo.

/related post

Una giornata con il team di Luna Rossa

Come trascorrono le giornate i velisti di Luna Rossa? Ne abbiamo parlato con il team che è in prepa...